La notizia sulla bocca di tutti al momento è una sola: Microsoft compra Activision Blizzard con una spesa di quasi 70 Miliardi di Dollari statunitensi. 68.7 Miliardi se vogliamo esse precisi. Una bomba a ciel sereno per milioni di fan in tutto il mondo che temono le ripercussioni future che questa acquisizione potrebbe portare.
Considerando la scorsa acquisizione di Zenimax costata circa 7 Miliardi di Dollari, questa nuova della Activision Blizzard è letteralmente su un diverso livello.

Quali sono le IP che la Microsoft, dovesse andare in porto l’acquisizione al vaglio dell’Antitrust, vedrebbe annesse al suo portafogli?
Tra le più famose possiamo citare Call of Duty, celeberrimo sparatutto a cadenza annuale, Overwatch, FPS arena sviluppato dalla Blizzard, Guitar Hero, World of WarCraft, forse uno degli MMORPG più famosi di sempre, StarCraft e WarCraft, pilastri del genere RTS, Diablo, anch’esso uno dei pilastri se non il pilastro principale della serie Hack ‘n Slash, e moltissime altre IP. Tra queste, vale la pena citare due delle mascotte della console rivale: Crash Bandicoot e Spyro. Entrambe le IP, infatti, appartengono alla Activision Blizzard e se l’acquisizione dovesse andare effettivamente in porto passeranno nelle mani di Microsoft.

Attenzione! Si vociferava di un tesoretto messo da parte per delle future acquisizioni per il reparto Xbox di circa 150 Miliardi di Dollari. Considerando le acquisizioni passate e la recente acquisizione di Activision Blizzard, rimangono una settantina di miliardi in ballo. Se le voci dovessero rivelarsi veritiere, cos’altro potrebbe comprare la Microsoft?
Vediamolo insieme.

Microsoft compra Activision Blizzard, qual è il passo successivo?

Per farci un’idea del mercato è entrato a gamba tesa il noto giornalista e conduttore canadese Geoff Keighley che, sul suo profilo Twitter, ha riportato i “Market Caps” di alcune papabili aziende. Per Market Caps si intende i valori stimati di aziende che risultano presenti sul mercato. Bada bene che questi valori non equivalgono al vero e proprio prezzo di vendita visto che questi sono soggetti alle fluttuazioni del mercato. Servono però a darci un’idea di cosa potrebbe riservarci il futuro.

Electronic Arts, circa 38 miliardi.
Take Two, circa 18 miliardi.
Nexon, circa 15 miliardi.
Bandai Namco, circa 15 miliardi.
Embracer, circa 11 miliardi.
NetMarble, circa 7 miliardi.
Ubisoft, circa 7 miliardi.
Konami, circa 6 miliardi.
Square Enix, circa 6 miliardi.
Capcom, circa 5 miliardi.
SEGA, circa 4 miliardi.

Questi valori ci fanno capire quanto l’acquisizione di Activision Blizzard ad opera di Microsoft sia un vero e proprio scossone all’industria video ludica.
Se le voci sul tesoretto di 150 Miliardi messo da parte per acquisizioni mirate a rinforzare il brand Xbox siano vere… beh, tocca aspettarsi qualche nuovo annuncio entro la fine del 2022.

Potrebbe interessarti:  Come catturare Tynamo su Pokemon GO!

Cosa ne pensate? Venite a dire la vostra sulla nostra Pagina Facebook!

Oppure rimanete con noi e mettetevi alla prova con qualche bel Quiz originale!

Di Quizziamo

Admin del portale Quizziamo. Ama i Videogiochi Online, Film e Serie TV Fantasy/Horror, legge Dragon Ball, One Punch Man, Solo Leveling e Attack on Titan.